Category Archives: Chimica Organica

verso la seconda prova intercorso

Esercizio n. 1

Assegnare il nome IUPAC, comprensivo di stereochimica, ad ognuna delle seguenti molecole:

Esercizio n. 2

Per ciascuna delle seguenti coppie di strutture, indicate la relazione stereochimica esistente tra i due composti.

Esercizio n. 3

Disegnate le rappresentazioni strutturali di ciascuna delle seguenti molecole. Controllate che la vostra formula strutturale mostri chiaramente la configurazione allo stereocento.

a) (R)-3-bromometilesano

b) (3R,5S)-3,5-dimetilpentano

c) (2S,3S)-2-bromo-3-metilpentano

d) (S) 1,1,2-trimetilciclopropano

e) (1S,2S)-1-cloro-1-trifluorometil-2-m3tilbutano

f) 1R,2R,3S)-1,2-dicloro-3-etilciclopentano

Esercizio n. 4

Scrivete tutti i possibili stereoisomeri dei seguenti composti

CdL Scienze Biologiche – CdLM Biologia – Sondaggio ERASMUS

Enriching lives, opening minds

L’ERASMUS è un programma dell’Unione Europea che permette a studenti universitari di intraprendere un periodo di studio in un’Università straniera. È una grandissima opportunità per aprire la mente e fare esperienze importanti per la formazione universitaria e non solo! Infatti, affrontata con impegno e consapevolezza, è un’esperienza che arricchisce non solo il bagaglio culturale fatto di conoscenze e competenze, ma anche quello personale!

L’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” vi offre questa possibilità, ma come sempre la vostra formazione è soprattutto nelle vostre mani! Vi chiediamo quindi di contribuire al miglioramento del nostro servizio compilando il seguente sondaggio:

Sarà possibile rispondere fino alle 18:00 di venerdì 27 maggio.

Le risposte saranno raccolte in forma anonima, ma è stato predisposto un campo da compilare solo per chi volesse rivelare la propria identità e le informazioni di contatto.


Per informazioni e qualsiasi problematica relativa all’ERASMUS è possibile contattare la Prof. Monica Scognamiglio (monica.scognamiglio@unicampania.it)

Risultati Quinta prova CdLM Farmacia

CIASCUNO È CONSAPEVOLE DELLE PROPRIE AZIONI ED È RESPONSABILE DELLE CONSEGUENZE DELLE PROPRIE SCELTE

Di seguito troverete i risultati della quinta prova.

Avevo intenzione di riportare soltanto le ammissioni con le medie delle cinque prove ma, alla luce delle vostre recenti dimostrazioni dell’impegno profuso in questo corso e del rispetto che state attestando, ho deciso di riportare il voto in 30 che avete totalizzato ( o racimolato) in questa verifica, allo scopo di farvi rendere conto delle condizioni in cui vi trovate. Faccio presente che fino a questo momento ho fatto finta di non vedere o non considerare molti errori minori, ma d’ora in poi non lo farò più!

Con pochissime eccezioni, questa prova (…e non è certamente l’unica di quest’anno), è stata un DISASTRO. Trovo avvilenti e sconfortanti gli ORRORI che sono stato costretto a leggere, indicativi di superficialità, arroganza, poco (o del tutto assente) impegno, ignoranza degli argomenti. Trovo inaudita l’impudenza di riportare tali strafalcioni in una prova d’esame.

Immagino che questo risultato sia attribuibile al fatto che avete la testa altrove, probabilmente vi state dedicando a esami dell’anno o del semestre precedente. Probabilmente in questo modo guadagnerete qualche esame in più ma con MOLTA PROBABILITÀ vi troverete nell’impossibilità di superare gli esami di questo semestre; peccato che molti di essi sono propedeutici ai corsi del prossimo semestre (provate per un attimo a riflettere seriamente sulle conseguenze a cui potreste andare incontro).

Per quanto mi riguarda, posso ASSICURARE con totale certezza che la probabilità del successo di superamento dell’esame di Chimica Organica NON DIPENDERA’, nel modo più assoluto, dal numero di volte che potrete sedervi a “tentare” lo scritto.

Approfitto per ribadire e chiarire una serie di cose:

  • L’Università non è un esamificio, ma ha il compito di trasmettere allo studente conoscenze e competenze, teoriche e pratiche, per prepararlo in modo adeguato ed aiutarlo ad affrontare il mondo del lavoro, valorizzandolo e guidandolo sulla base delle sue propensioni. Per far questo l’anno accademico è organizzato in due parti distinte e complementari: periodi di frequenza dei corsi, dove gli studenti DEVONO DEDICARSI esclusivamente a studiare e ad approfondire gli argomenti trattati a lezione e periodi dedicati allo svolgimento degli esami (finestre).
  • La frequenza ai corsi (tra l’altro per voi obbligatoria) serve per apprendere e capire tutti gli argomenti del programma di un corso, argomenti che poi devono essere STUDIATI e ASSIMILATI con lo studio personale. Questo concetto è espresso anche nella definizione del Credito Formativo Universitario (CFU): ogni credito ha un valore di 25 ore; una parte di queste 25 ore (precisamente 8) sono le ore delle lezioni frontali, le restanti ore (17) sono quelle richieste per lo studio a casa. Questo significa che per ogni lezione di due ore che facciamo, dovete sbattere con la testa sui libri, a casa, per 4,25 ore (senza cellulare, televisione e altre distrazioni) a S T U D I A R E.
  • Le prove intercorso sono di aiuto per superare lo scritto. Infatti, per superare lo scritto di chimica organica non sono sufficienti 30 giorni di studio intenso (ve ne starete accorgendo con i banali esercizi delle prove intercorso incentrate solo su 1-2 argomenti); l’esame scritto tratta TUTTI gli argomenti del corso attraverso esercizi NON BANALI che servono per dimostrare di avere una preparazione di base SUFFICIENTE per sostenere l’esame orale alla lavagna che toccherà MOLTI argomenti del programma (e l’orale non durerà certamente una mezz’oretta!). Capirete bene che dal momento che lo scritto riguarda tutti gli argomenti trattati nelle 1235 pagine del testo più quelli che non sono nel testo ma che sono stati spiegati a lezione, è molto improbabile che le prove scritte possano essere “simili” tra un mese e l’altro.
  • Le prove intercorso non sono obbligatorie per gli studenti, ma NEANCHE per i DOCENTI. Preparare e correggere tanti compiti è un lavoro extra che i docenti non sono assolutamente tenuti a fare. Se lo si fa, è per aiutare gli studenti a superare l’esame. Pertanto, se non volete fare le prove intercorso perché siete troppo impegnati in altro, basta dirlo. Certamente io guadagnerò molto tempo prezioso. Certo trovo molto stupido perdere i risultati ottenuti nel corso di un intero anno!
  • Probabilmente non siete abituati ad essere trattati con rispetto: per voi non ha alcun valore tenere una lezione dignitosa,  essere disponibile per le correzioni degli gli esercizi (quasi mai ho avuto la gioia di poter correggere esercizi, quest’anno), passare ore in piedi in laboratorio cercando di farvi fare qualche esperienza pratica significativa, essere puntuale e disposto a correggere e ricorreggere centinaia di compiti.

RIASSUMENDO (alla luce di questo sconfortante bilancio)

Di seguito sono riportati i risultati della 5 prova – non serve fare ulteriori commenti

Sulla base delle medie di tutte le prove, sarebbero, in teoria, non ammessi soltanto gli ultimi tre studenti della lista. In pratica, non vedo differenze significative tra loro e molti dei precedenti (la media, per la quasi totalità, si aggira intorno a 18/30) pertanto do la possibilità (l’ultima possibilità) a tutti di venire a fare l’ultima prova intercorso.

Nelle correzioni dell’ultima prova sarò molto RIGOROSO e PUNTUALE e chi non raggiungerà 18/30 di MEDIA dovrà sostenere l’esame scritto intero quando sarà in grado di farlo.

Gli studenti A48001899 e A48001727 sono esonerati dal sostenere l’ultima prova e sono ammessi direttamente all’orale con la media di 30/30.

L’ultima prova si terrà in settimana, probabilmente mercoledì.

VI SUGGERISCO DI RIFLETTERE SERIAMENTE SU QUESTI ARGOMENTI

Trasformazioni chimiche

Esercizio n. 1

Completare le seguenti trasformazioni ipotizzando uno o più passaggi:

Esercizio n. 2

Quali tra le seguenti trasformazioni non produrranno butanammide?

Esercizio n. 3

Proporre un meccanismo per la seguente trasformazione

Esercizio n. 4

I feromoni sono composti organici importanti in agricoltura, in quanto rappresentano uno dei mezzi per attrarre e intrappolare gli insetti che potrebbero essere dannosi per i raccolti. L’oleano, il feromone sessuale per la mosca dell’ulivo, Dacus oleae, può essere sintetizzato dall’etere idrossienolico mostrato mediante trattamento di quest’ultimo con un acido.

Ancora esercizi sui composti carbonilici

Esercizio n. 1

Quale combinazione di estere e reattivo di Grignard può essere usato per preparare i seguenti composti:

a. 2-metil-2-butanolo

b. 3-fenil-3-pentanolo

c. 1,1-difeniletanolo

Esercizio n. 2

La reazione di un’ammina primaria o secondaria con carbonato dietilico in condizioni controllate genera un estere carbammico. Proporre un meccanismo per la sintesi del seguente composto:

etil butilcarbammato

Esercizio n. 3

I barbiturici vengono preparati per trattamento del dietil 2,2-dietilmalonato o di un suo derivato con urea in presenza di etossido di sodio come catalizzatore. Proporre un meccanismo per questa reazione.

Esercizio n. 4

Proporre un meccanismo per la sintesi del fenobarbital

fenobarbital

Esercizio n. 5

La sintesi della clorpromazina e metà del secolo scorso e la scoperta della sua attività antipsicotica, aprirono la moderna era dell’applicazione della biochimica alla farmacologia del sistema nervoso centrale. Uno dei composti preparati nella ricerca di antipsicotici più efficaci fu l’amitriptilina.

a. indicare i reagenti per lo stadio (1)

b. proporre un meccanismo per lo stadio (2)

c. indicare il reagente dello stadio (3)

Esercizio n. 6

Molti tumori del seno dipendono daghli estrogeni. I farmaci che interferiscono con gli estrogeni hanno attività antitumorale e possono anche aiutare a prevenire l’instaurarsi dei tumori. Un antiestrogeno ampiamente usato è il tamoxifene.

a. quanti stereoisomeri sono possibili per il tamoxifene?

b. specificare la configurazione di quello mostrato

c. ipotizzare un meccanismo per la sintesi indicata sopra

Reazioni dei composti carbonilici (I)

Esercizio n. 1

Mostrare come può essere sintetizzata la benzaldeide (benzencarbaldeide) da ciascuno dei seguenti reagenti:

a) alcol benzilico

b) feniletino

c) benzoato di metile (benzencarbossilato di metile)

d) stirene (feniletene)

e) acido benzoico

f) benzonitrile (benzencarbonitrile)

Esercizio n. 2

Il riscaldamento del piperonale con HCl diluito acquoso lo converte in un composto di formula C7H6O3. Qual è questo composto e che tipo di reazione è coinvolta? Mostrare il meccanismo.

Esercizio n. 3

Fornire una struttura per i composti AD

Esercizio n. 4

Partendo dal bromuro di benzile, mostrare come si potrebbe sintetizzare ciascuno dei seguenti composti:

Esercizio n. 5

In ciascuna selle seguenti disconnessioni retrosintetiche, mostrare le reazioni che servono a formare i legami C-C indicati.

Esercizio n. 6

Proporre una sequenza sintetica per convertire l’acido carbossilico A nel sesquiterpene di origine naturale alfa-curcumene

Esercizio n. 7

Proporre una sintesi del beta-selinene, un membro di una famiglia molto comune di sesquiterpeni, partendo dall’alcol mostrato in basso. Nella sintesi, impiegare un nitrile. Usare un modello melecolare per ottenere la stereochimica sediserata. Il gruppo 1-metiletilene è assiale o equatoriale?

Reazioni dei composti carbonilici

Esercizio n. 1

Suggerire gli opportuni reagenti necessari per convertire ciascuno dei seguenti materiali di partenza nel prodotto indicato:

a) cloruro di acetile in anidride acetica esanoica

b) esanoato di metile in N-metilesanammide

c) cloruro di esanoile in esanale

d) esanonitrile in acido esanoico

e) esanammide in esanammina

f) esanoato di etile in 3-etil-3-ottanolo

g) esanonitrile in 1-fenil-1-esanone

Esercizio n. 2

Indicare il prodotto di ciascuna delle seguenti reazioni:

Esercizio n. 3

Scrivere la reazione del pentanoato di etile con ciascuno dei seguenti reagenti nelle condizioni indicate:

a) NaOH, H2O, calore; poi H3O+, H2O

b) (CH3)2CHCH2CH2OH (eccesso), H3O+

c) (CH3CH2)2NH, calore

d) CH3MgI (eccesso), Et2O; poi H3O+, H2O

e) LiAlH4 (eccesso), Et2O; poi H3O+, H2O

f) DIBAL, toluene, -78°C; poi H3O+, H2O

Esercizio n. 4

Scrivere la reazione del γ-valerolattone con ciascuno dei reagenti dell’esercizio n. 3

Esercizio n.5

Anidride butandioica o succinica

Scrivere il prodotto (o i prodotti) della reazione dell’anidride butandioica (anidride succinica) con i seguenti reagenti:

a) 2-propanolo

b) ammoniaca

c) bromuro di fenilmagnesio in THF; poi H3O+, H2O

d) LiAlH4 in etere etilico; poi H3O+, H2O

Esercizio n.6

Illustrare una sintesi per i seguenti acidi carbossilici. Quale tra essi potrebbe essere sintetizzato alternativamente via Grignard (reattivo di Grignard + CO2) e via nitrili?

a) acido fenilacetico

b) acido 3-butenoico

c) acido esanoico

d) acido 2,2-dimetilpentanoico

e) acido 4-metilbenzoico

Esercizio n. 7

Quale sintesi, via Grignard o via nitrile, potrebbe essere utile per sintetizzare l’acido 5-idrossipentanoico a partire dal 4-bromo-1-butanolo? Perchè?

Esercizio n. 8

L’idrolisi basica del mesitoato di metile ha luogo attraverso un attacco promosso dallomione alcossido a livello del carbonio alcolico anzicchè acilico. Quale potrebbe essere una motivazione che giustifichi questo comportamento inusuale?

PROVA INTERCORSO: SVOLGIMENTO ESERCIZI 2

2. Partendo dall’etino come unica fonte di atomi di carbonio, illustrare l’analisi retrosintetica, lo schema di sintesi ed il meccanismo di reazione della sintesi del seguente composto:

  

                                                   

In questo esercizio abbiamo un diolo vicinale che può essere preparato dalla reazione di un alchene (3-esene) con tetrossido di osmio e sodio bisolfito oppure con permanganato di potassio a freddo. Anche in questo caso, dal momento che la reazione è stereospecifica e stereoselettiva, è importante stabilire la configurazione dell’alchene di partenza.

Per prima cosa, bisogna assegnare le configurazioni assolute ai carboni chirali del diolo e trasformare la proiezione di Fischer in una proiezione a cavalletto.

Le configurazioni opposte indicano che si tratta di un composto meso, e dal momento che la reazione con tetrossido di osmio ( o con permanganato di potassio a freddo) è stereoselettiva e porta ad un prodotto di addizione sin, portiamo i due gruppi ossidrilici vero il basso ruoando il carbonio posteriore di 120° in senso antiorario:

Una volta stabilito l’alchene di partenza per la formazione del diolo vicinale e la sua stereochimica, possiamo fare un’analisi retrosintetica.

Lo schema sintetico è il seguente:

Poichè abbiamo solo l’etino come fonte di carbonio dobbiamo anche immaginare la sintesi del bromuro di etile:

MECCANISMO

SIntesi dell’alchino interno a partire dall’etino:

Per ottenere l’alchene con configurazione Z bisogna fare un’idrogenazione utilizzando il catalizzatore di Lindlar :

Infine la reazione dell’alchene con tetrossido di osmio:

« Older Entries